Asigitalia presente all’evento “Militalia” al Parco Esposizioni di Novegro

Proseguono gli eventi nella città di Milano: sabato 26 maggio, al Parco Esposizioni di Novegro, si è tenuta l’inaugurazione di “Militalia”. Si tratta di una manifestazione che rappresenta la più importante occasione di incontro per gli appassionati di militaria nel nostro paese e si compone di una parte commerciale, a cui concorrono operatori e aziende, e di una parte di documentazione storico-culturale, costituita da associazioni, testimonianze e gruppi di rievocazione.
Presente all’evento anche l’associazione Asigitalia.
“Alla memoria di tutti quelli che hanno difeso la sovranità del nostro paese attraverso la storia, Asigitalia è oggi presente come d’abitudine per ricordare e festeggiare la libertà del nostro Paese” ha dichiarato la presidente di Asigitalia, Rossana Rodà Daloiso “Ringrazio tutti i corpi militari, arma, Guardia di Finanza e le forze di security che sono l’onore del nostro Paese”.

Un altro volto del Mediterraneo. Visita di Asigitalia nella sede di Koutoubia Holding in Marocco

Il rapporto di scambio economico è consolidato, e non solo, tra Asigitalia e i paesi del Mediterraneo: oggi 15 maggio 2018 visita del Presidente di Asigitalia presso la sede di Koutoubia Holding.
L’azienda ha più di duemila dipendenti, distribuisce i suoi prodotti in tutta l’Africa e il Medio Oriente: sviluppa carni rosse e bianche, investendo nella formazione del personale, la ricerca, e attraverso la sua fondazione, la Fondazione Tahar porta il suo sostegno agli strati sociali più poveri.
Oggi un accordo di partnership è stato firmato tra il presidente della Fondazione Tahar, il signor Tahar Bimezzagh e la Presidente di Asigitalia, Rossana Rodà Daloiso, per creare sinergie economiche con aziende italiane del settore.
Questa grande azienda, attraverso la Fondazione Tahar, seguendo la direzione di Sua Maestà Mohammed VI, Re del Marocco, abbraccia i principi su cui poggia Asigitalia: per le grandi imprese devono e hanno l’obbligo di aiutare i settori più svantaggiati.
In modo particolare il sistema economico internazionale è cambiato e richiede investimenti per la crescita e la dignità delle persone.

Un autre visage de la Méditerranée. Visite d’Asigitalia au bureau de Koutoubia Holding au Maroc

La relation d’échange économique est consolidée et pas seulement entre Asigitalia et les pays méditerranéens;
aujourd’hui 15 mai 2018 visite de la présidente d’Asigitalia au siège de la société Koutoubia Holding.
L’entreprise qui compte plus de deux mille employés distribue son produit dans toute l’Afrique et dans le moyen orient élabore des viandes rouges et blanches, investit dans la formation du personnel, la recherche et à travers sa fondation, la Fondation Tahar, apporte son soutien aux couches sociales les plus démunis.
Aujourd’hui un protocole de partenariat a été signé entre Le Président de la Fondation Tahar , Mr Tahar Bimezzagh , et La Présidente de Asigitalia, Mme Rossana Rodà Daloiso , pour créer des synergies économiques avec les entreprises italiennes du secteur.
Cette grande entreprise, à travers la Fondation Tahar , qui suit les orientation de sa Majeste Mohammed VI , Roi du Maroc , embrasse les principes sur lesquels repose Asigitalia: car les grandes entreprises doivent et sont obligées d’aider les secteurs les plus défavorisés , surtout que le système économique international a changé et impose un investissement dans la croissance et la dignité des personnes.

Premio ASIGITALIA 2018

La cerimonia si è tenuta presso l’Aeronautica Militare Italiana di Milano. Il Premio, è divenuto un vero e proprio appuntamento internazionale: autorità, istituzioni di rappresentanza diplomatica dei paesi dell’area Mediterranea ed Euroasiatica e non solo, italiane ed estere hanno preso parte a questo appuntamento.
La città di Milano ha fatto idealmente da madrina all’evento con la presenza di una rappresentanza dell’amministrazione comunale mentre, l’Aeronautica Militare Italiana, è stata la padrona di casa. Milano dopo l’Expo 2015 è un faro d’attrazione.
In Italia è la capitale del business, della moda, della cultura e del design; è situata in Lombardia, un territorio dove si concentrano il più gran numero di imprese nei diversi settori. È per questo che un gran numero di lavoratori e imprenditori provenienti da ogni parte del mondo con culture diverse, trovino qui una loro realizzazione, si integrano e convivano insieme.
Durante la serata coordinata dal giornalista Paolo Massari, hanno ricevuto il Premio ASIGITALIA 2018: la famiglia Trussardi, per aver “esportato” la moda italiana nel mondo, il Presidente di Fenco Gianvico Camisasca, per l’ impegno nel mondo diplomatico, il Direttore Alessandro Sallusti, per l’impegno nell’ambito giornalistico e culturale, l’ambasciatore d’Algeria Abdelhamid Senouci Bereksi per la cooperazione sociale, economica, culturale tra Italia e Algeria.
Riconoscimenti anche all’imprenditore di Niver Card Italo Pasotti, Pintaldi Gianfranco agenzia viaggi Ambrosetti, per aver contribuito al successo di ASIGITALIA.
Ecco l’Associazione, vuole promuovere l’integrazione, la globalizzazione tra i vari paesi di culture così lontane, ma che possono vivere anche vicine, tutti insieme. L’associazione nella persona del presidente Rossana Rodà Daloiso, lavora costantemente per raggiungere questi obiettivi, come le è stato riconosciuto dagli ospiti e dalle autorità presenti all’evento.
A chiusura della cerimonia c’è stato un momento di riflessione sull’opportunità di allargare le relazioni internazionali per favorire uno scambio culturale, religioso con un momento di preghiera con Don Augusto, cappellano della Polizia di Stato.

Un anno di vita di Asigitalia: intervista a Rossana Rodà

Asigitalia compie il suo primo anno di vita: l’Associazione per lo Scambio Economico Italo-Euroasiatico e dei Paesi del Vicino Mediterraneo è diventato un punto di riferimento per le sinergie economiche e finanziarie e non solo.
Per questa importante ricorrenza, abbiamo intervistato la presidente Rossana Roda.

Presidente, un compleanno davvero importante quello del primo anno di Asigitalia. Quali sono stati gli obiettivi perseguiti e quali i risultati raggiunti?

E’ stato un anno ricco di eventi, ma soprattutto di enormi soddisfazioni. Asigitalia si propone di creare delle sinergie economiche e finanziarie tra aziende italiane, interessate ad affermare la propria presenza nei paesi del Mar Caspio e dell’area Mediterranea. Tra questi hanno registrato particolare interesse nei confronti di eterogenee realtà commerciali italiane l’Azerbaigian, il Kazakistan, l’Iran, il Turkmenistan, la Georgia, il Kirghizistan, il Tagikistan, l’Uzbekistan e la Tunisia. Abbiamo promosso la cultura e il gemellaggio internazionale prendendoci cura delle aziende associate sia in termini commerciali, sia in termini fiscali e legali. Molte aziende italiane stanno già lavorando (per privacy non posso dire altro) con aziende locali.
Tra gli eventi svolti durante l’anno ricordiamo: il protocollo d’intesa Missione Economica Kazakistan; il convegno sulla cyber-security; i gemellaggi con la Tunisia, Algeria, Marocco, Arabia Saudita; il gemellaggio a Biserte con l’associazione Hannibal; l’incontro presso l’ambasciata del Marocco; il forum del 7 febbraio 2018 “Il futuro della cooperazione economica tra Italia e paesi del Mediterraneo”; la partecipazione alla seconda edizione del Festival del Mediterraneo di Novegro a marzo 2018 e tanti altri ancora. Siamo stati presenti anche all’estero con vari eventi, tra i tanti anche in Algeria in occasione della Fiera Internazionale. Ultimamente abbiamo deciso di proseguire l’attività di cooperazione ed interscambi culturali con i paesi dell’area euroasiatica.
Asigitalia si muove anche sul sociale: tra le iniziative più importanti quelli in collaborazione con l’associazione Haziel con l’importante progetto di donare una casa alla famiglia Samante in Kenya e di una cena dei poveri durante il Ramadan in Tunisia.
E’ importantissimo poter aiutare gli altri, soprattutto le famiglie e i giovani in difficoltà. L’Italia, e non solo, deve guardare avanti: al futuro, all’innovazione e a tutto ciò che fa stare bene.

Cosa pensa di sviluppare in futuro?

Nell’immediato futuro pensiamo di concretizzare gli accordi con i vari paesi dell’area del Mediterraneo ed euro-asiatica, aumentare i gemellaggi e gli scambi culturali con altri paesi.
Per l’autunno del 2018, organizzeremo a Roma un forum sull’area euroasiatica con tutti i rappresentanti politici ed istituzionali, come è già stato fatto a Milano il 7 febbraio 2018 per l’area del Mediterraneo, presso la regione Lombardia.
Inoltre seguiremo il settore scuola-formazione-lavoro e a breve saranno firmati dei protocolli con istituti scolastici italiani ed esteri grazie anche al supporto delle istituzioni e degli imprenditori locali: ai giovani più meritevoli saranno assegnate delle borse di studio. Tra i progetti sociali, daremo anche delle borse di studio ad una scuola calcio in Tunisia.