Asigitalia: “E’ importante creare una sinergia tra l’area del Mediterraneo e l’area euroasiatica”

Asigitalia prosegue la sua attività di cooperazione ed interscambi culturali con l’Italia e i paesi dell’area del Mediterraneo e dell’area euroasiatica. Lo scopo dell’associazione è, dunque, di creare creare collaborazione tra i vari paesi e le varie aree che la stessa rappresenta.
Attraverso fiere, forum ed incontri con gli industriali, Asigitalia ha voluto anche coinvolgere i paesi dell’area euroasiatica.
Secondo le stime dell’unione economica euroasiatica formata da Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia e Kirghizistan il cui fine è quello di creare uno spazio economico per abbattere i dazi nel 2050, l’area euroasiatica dovrebbe rappresentare la seconda economia mondiale.
Per l’autunno del 2018, Asigitalia organizzerà a Roma un forum sull’area euroasiatica con tutti i rappresentanti politici ed istituzionali, come è già stato fatto a Milano il 7 febbraio 2018 per l’area del Mediterraneo, presso la regione Lombardia.
Tra le novità, Asigitalia sta sviluppando, inoltre, il settore scuola-formazione-lavoro e a breve saranno firmati dei protocolli con istituti scolastici italiani ed esteri grazie anche al supporto delle istituzioni e degli imprenditori locali: ai giovani più meritevoli saranno assegnate delle borse di studio.
“Oggi anche il mondo dell’economia è cambiato” ha dichiarato la presidente di Asigitalia, Rossana Rodà Daloiso “Mi confronto con diverse realtà economiche, con diplomatici, politici etc. Sempre più si intensificano relazioni economiche e sociali. Siamo tutti d’accordo che, chi guida una realtà come Asigitalia, debba avere uno sguardo attento soprattutto sul sociale.  Un bravo presidente cerca di creare le sinergie tra le aree che rappresenta, curando gli interessi”.

Nelle foto la presidente di Asigitalia , Rossana Rodà Daloiso con Con Lilia Ticu, consigliere dell’ambasciata della Repubblica di Moldavia e con l’Ambasciatore della Repubblica di Belarus Alehsandr E. Guryanou nella Repubblica Italiana e nella Repubblica di Malta.